Il nostro sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione del sito se ne accetta l'utilizzo. Per maggiori informazioni sui cookie e su come modificare le impostazioni del browser, si rimanda alla sezione Privacy.

 

Kauber past small


La foto qui sopra è stata scattata durante le riprese del documentario 'In questo mondo' (Italia, 2018) per la regia di Anna Kauber (foto copyright Marzia Verona 2015).

Dopo la Finlandia, Cuba, il Kurdistan, i Balcani, l'Africa, l'Argentina, la Romania, il cinema delle minoranze linguistiche spagnole, la Grecia, l'Irlanda, la Colombia e il Cile, terre di confine filmfestival è giunta alla tredicesima edizione.

Il titolo è : "CINEASTE, PASTORE, EMIGRATE - Sardegna, Shetland e isole remote".

Le date:
Cagliari, 24 settembre 2020
Asuni, 25 - 26 - 27 settembre 2020
Solarussa, 2 - 3 - 4 ottobre 2020

Sette giorni di proiezioni, lezioni di cinema, mostre, concerti, tutti completamente gratuiti. 

Qui il programma dettagliato (versione 22/09 - pdf 315 KB) e la brochure illustrata (versione 22/09 - 9,7 MB).

In questa edizione abbiamo avuto un duo di direttrici artistiche sarde: Antonella Puddu (attrice, regista, voice coach, speaker radiofonica ed esperta di lingua sarda, organizzatrice di eventi culturali) e Michela Anedda (regista di film di animazione stop-motion).
Le due direttrici erano affiancate da due curatrici, una della tradizionale sezione 'monografica' ('Isole Shetland e altre isole remote'), l'altra della sezione 'tematica' ('donne pastore') - rispettivamente, le registe e documentariste Shona Main e Anna Kauber.

Abbiamo presentato la tematica dell'isolamento, della distanza, delle terre remote e quindi anche del distacco e dell'emigrazione attraverso film e serie tv che testimoniano diversi gradi di stereotipizzazione, ma anche tentativi di presa di distanza dalla stessa.
Uno dei fili rossi che ha guidato la compilazione del nostro programma sono le domande che il commissario Jimmy Perez, della serie tv della BBC 'Shetland', rivolge alla figlia Cassie: 'In quest'isola, cosa e chi ti manca?' e 'Chi e che cosa c'è qui in quest'isola, che non trovi altrove?'
Un programma insolito, inaspettato, che ha presentato anche film dimenticati, perduti, censurati, rimossi e alla fine, forse in virtù della loro singolarità, recuperati, ripristinati e restaurati. 

Le proiezioni hanno incluso una selezione di fiction e docufiction apparentate alle isole Shetland e ad altre isole remote dell'arcipelago britannico: realizzati da regist* originar* di tali isole, che sono stati girati sulle isole, o che si ispirano, nella finzione, ai territori in questione. La tradizionale 'finestra sul cinema sardo' prevedeva lungometraggi e cortometraggi di regist* sard*. Si sono svolte lezioni/proiezioni di cinema documentario in cui Shona Main e Anna Kauber hanno presentato i propri lavori; lezioni di cinema e incontri con regist* che hanno presentato opere insolite e poco viste, come pure anteprime di work in progress. Infine, due esposizioni fotografiche.

Ingresso a tutte le proiezioni e agli eventi : gratuito.
Nella sezione 'DOVE ALLOGGIARE' segnaliamo alcune strutture di b&b e agriturismo nelle sedi del festival.
Per tutte le edizioni passate si veda il nostro archivio. 

Alcune delle attività che avevamo previsto per lo scorso marzo 2020 - come gli incontri con i critici cinematografici Tatti Sanguineti e Fabien Landron, accompagnati da una selezione di film dedicati al tema 'La ragazza dell'emigrato' - I film per il MEA (Museo dell'Emigrazione di Asuni), e la mostra sui cineromanzi 'Altura' e 'Cet amour eternel' - rimandate per indisponibilità delle sale e per impossibilità a viaggiare dei conferenzieri - saranno riproposte nei prossimi mesi.

L'anteprima della XIII edizione aveva avuto luogo il 28 dicembre 2019 alle 19h00 ad Asuni, con la proiezione del cortometraggio 'Destino' di Bonifacio Angius (Italia, 2019), presentato dallo stesso regista. Il cortometraggio è stato una prima regionale, in quanto era stato finora proiettato solo alla Mostra del cinema di Venezia all’interno della Settimana Internazionale della Critica (evento speciale di chiusura nella sezione Sic@Sic dedicata ai corti). A presentare il festival e la proiezione, le direttrici artistiche Antonella Puddu e Michela Anedda, i rappresentanti dell’associazione "Su Disterru", responsabile dell'organizzazione del festival, e i sindaci dei paesi partner del festival, Asuni e Solarussa - rispettivamente Gionata Petza e Gian Mario Tendas. (Si veda il comunicato stampa del 23.12.2019).

 

 

FaLang translation system by Faboba