Il nostro sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione del sito se ne accetta l'utilizzo. Per maggiori informazioni sui cookie e su come modificare le impostazioni del browser, si rimanda alla sezione Privacy.

FESTIVAL

 

sliderCarlosTribiñoMamby TDCF

 

Dopo la Finlandia, Cuba, il Kurdistan, i Balcani, l'Africa, l'Argentina, la Romania, il cinema delle minoranze linguistiche spagnole, la Grecia e l'Irlanda, terre di confine filmfestival dedica questa edizione alla Colombia.

L'XI edizione è stata inaugurata il 29 dicembre 2017 alle 18h30 a Oristano, presso il Museo Diocesano, con la proiezione del lungometraggio “Via Crucis” (première per l'Italia con sottotitoli italiani) del regista colombiano Harold de Vasten. A presentare il festival e la proiezione, i rappresentanti dell’associazione "Su Disterru" e il regista Marco Antonio Pani, direttore artistico della rassegna. Era presente anche il regista Antonello Carboni (direttore artistico dal 2007 al 2009).

Vedi il comunicato stampa pdf icon
Dopo quest'anteprima, terre di confine filmfestival riprenderà a pieno ritmo nel marzo 2018. 
La fase clou di terre di confine filmfestival inizierà a Oristano l’8 marzo, giornata della donna, con una tavola rotonda sulle donne nell’industria del cinema sardo, seguita dalla proiezione del film “Nel mondo grande e terribile” (diretto da Daniele Maggioni, Maria Grazia Perria e Laura Perini), per poi fare tappa a Solarussa (9-11 marzo 2018) e Asuni (15-18 marzo 2018) con un’incursione infrasettimanale nella città di Sassari. 

Su questo sito saranno rese via via disponibili maggiori informazioni e il programma dettagliato.

Per tutte le edizioni passate, dal 2005 al 2016-2017, vedi il nostro archivio.

 

 

© 2017 Su Disterru ONLUS. Tutti i diritti riservati.